TASSA SUI RIFIUTI (TARI)

TARI (TASSA RIFIUTI) ANNO 2020

Si riporta in allegato la nota del gestore "Consiglio di Bacino Verona Nord" in merito alle difficoltà (conseguenti al nuovo MTR Arera nonché all'emergenza epidemiologica COVID-19) a deliberare per l'anno 2020 una tariffa d'ambito valida per tutti i comuni appartenteti. Con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 12 del 10.06.2020 sono state provvisoriamente adottate anche per il 2020 le tariffe del 2019 prevedendo nel contempo alcune riduzioni per le attività sospese conseguentemente alla pandemia COVID-19. Entro il 31 dicembre dovrà essere approvato il PEF da parte del gestore, l'eventuale conguaglio potrà essere ripartito in tre anni a decorrere dal 2021.

Il pagamento della TARI 2020 sarà comunque richiesto dal comune con l'invio di un avviso di pagamento. La scadenza della rata di accontop è stata fissata al 31.10.2020, della rata di saldo al 16.04.2021.

TARI UTENZE NON DOMESTICHE - AGEVOLAZIONI PER CATEGORIE CORRELATE AGLI EFFETTI DELL'EMERGENZA COVID-19

L’Amministrazione comunale, con provvedimento di C.C. n.23 del 29.09.2020 ha deliberato per l’anno 2020 una riduzione per le attività di cui alle categorie Tari 1- 2- 4- 6- 7- 8- 11-13-15-16-17-18-19-20-21-22-23-24-27-29.

Le agevolazioni variano dal 25% al 50% a seconda della categoria Tari dichiarata e sono state già applicate nella rata di acconto 2020, scadenza 31.10.2020. Anche con il saldo Tari 2020, in scadenza 16.04.2021,sarà applicata la riduzione prevista automaticamente.

Il Tributo TARI rimane disciplinato dal vigente Regolamento IUC

DICHIARAZIONE TARI
Con delibera di C.C. n.7 del 29.03.2017 “Modifica al regolamento per la disciplina dell’Imposta Unica Comunale (IUC)” è stata variata la scadenza per la presentazione della denuncia per la TARI (Tassa Rifiuti).
E’ obbligo del cittadino dichiarare (MODULO UTENZA DOMESTICA e MODULO UTENZA NON DOMESTICA) le nuove occupazioni presentando denuncia entro i 60 giorni successivi alla data di occupazione di locali e pertinenze (garage, cantine) o aree per le quali sorge l’obbligo di corrispondere il tributo.
Si ricorda che il contribuente ha l’obbligo di presentare DISDETTA quando cessa l’occupazione/detenzione precedentemente dichiarata.
I moduli per la denuncia di occupazione e di cessazione sono disponibili presso l’Ufficio Tributi e sul sito internet del Comune nella sezione modulistica. Gli stessi possono essere consegnati all’Ufficio Protocollo del Comune o inoltrati a: tributi@comune.caldiero.vr.it con allegata copia di un documento d’identità del sottoscrittore.


Tale denuncia si deve presentare anche a seguito di occupazione di nuovi locali, di variazione di residenza, di maggior minor superficie dell’abitazione e/o garage e in caso del venir meno di eventuali agevolazioni concesse. Nel caso di omissione della presentazione della dichiarazione e/o disdetta, verranno applicate le sanzioni previste dal vigente regolamento comunale in materia.

INFORMAZIONI GENERALI PER I CITTADINI
La tassa sui rifiuti (TARI) è stata istituita dalla Legge n. 147 del 27 dicembre 2013, commi 639 e ss., decorre dal 1 gennaio 2014 e sostituisce il prelievo vigente fino al 31 dicembre 2013 (TARES). Rappresenta la componente relativa al servizio rifiuti dell’Imposta Unica Comunale (IUC) ed è destinata a finanziare integralmente i costi del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti a carico dell’utilizzatore.
Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o di aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Sono escluse dalla TARI le aree scoperte pertinenziali o accessorie a locali tassabili, non operative, e le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 del codice civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva.
Per l'applicazione della TARI si considerano le superfici dichiarate o accertate ai fini dei precedenti prelievi sui rifiuti.
Per le nuove occupazioni e/o subentri è necessario presentare apposita denuncia con il modello pubblicato sul sito comunale nella sezione modulistica.
 

COME SI DETERMINA IL TRIBUTO. Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 41/2018 sono state approvate le tariffe da applicare all’anno 2019. Con deliberazione di Consiglio Comunale nr. 12 del 10.06.2020 sono state provvisoriamente adottate anche per l'anno 2020  le tariffe del 2019 prevedendo nel contempo alcune riduzioni per le attività sospese conseguentemente alla pandemia COVID-19. Entro il 31 dicembre dovranno essere approvate da parte del gestore le tariffe definitive e l'eventuale conguaglio potrà essere ripartito in tre anni a decorrere dal 2021.


QUANDO SI VERSA. Il pagamento dell’importo dovuto per l'anno 2020 sarà richiesto mediante l’invio del Modello F24 precompilato in due rate, la prima con scadenza il 16/10/2020 e la seconda con scadenza il 16/04/2021 salvo conguaglio da effettuarsi nei tre anni successivi.


ALTRE DISPOSIZIONI. Continua ad applicarsi il tributo provinciale per l’ambiente di cui all’art. 19 del d.llgs. n. 504/92. Il tributo provinciale commisurato alla superficie dei locali ed aree assoggettabili a imposizione, è applicato nella misura percentuale deliberata dalla provincia sull’importo della TARI (5%).

 

Trasparenza TARI

torna all'inizio del contenuto